EP.III may be in production near Etna

Discussion in 'Italy' started by eclipseSD, Nov 10, 2002.

Thread Status:
Not open for further replies.
  1. eclipseSD Jedi Grand Master

    Member Since:
    May 11, 2002
    star 5
    Though I am an American, I thought that anybody near or around Etna should hear this tidbit from the TFN main page:

    Un giovanissimo cineoperatore piacentino è al lavoro in questi giorni sull'Etna in eruzione per girare una scena che sarà inclusa nel prossimo kolossal hollywoodiano della serie «Star Wars» (il terzo della «nuova serie», dopo «La minaccia fantasma» e «L'attacco dei cloni"). Marco Sgorbati, 24 anni, è all'opera da una settimana sull'orlo del vulcano in attività, intento a effettuare le impressionanti riprese che nel nuovo film di George Lucas, trasformate nel fantascientifico scenario di un pianeta coperto di lava, faranno da sfondo alle gesta dei protagonisti della saga. In questa appassionante impresa Marco affianca lo statunitense Ron Fricke, uno dei più grandi e ammirati direttori della fotografia del cinema contemporaneo.
    Ron Fricke, oltre alle splendide immagini di «Koyaanisqatsi» e «Powaqqatsi» di Godfrey Reggio, ha curato anche quelle degli ultimi lavori di Francis Ford Coppola e Martin Scorsese, incluso l'attesissimo «Gangs of New York» di quest'ultimo). Dal primo di novembre i due, con l'assistenza delle guide vulcanologiche del Club Alpino Italiano (Cai) di Catania, stanno lavorando senza sosta, combattendo le loro personali «guerre stellari» in un'atmosfera dantesca (si parla di piogge di zolfo e di sale, di cavalletti parzialmente fusi dal calore infernale della lava, di lunghe ore di riprese nel gelo della neve caduta in questi giorni sulla cima del vulcano, maschere antigas sui volti di Ron e Marco per proteggersi dai gas tossici esalanti dal cratere). Tutto per «catturare» in digitale lo spettacolo di questo scatenarsi delle forze della natura che, nonostante i danni e le sofferenze che sta arrecando alle genti di diversi paesi del Catanese, conserva una sua terribile e fascinosa maestà per gli occhi di chi lo osserva (i vulcani in eruzione, col mare in burrasca, sono il modello favorito del «sublime», per tutta l'estetica romantica dalla «Critica del giudizio» di Kant in poi). Marco Sgorbati ha iniziato l'attività di operatore a 17 anni, collaborando con lo studio piacentino Banda Magnetica di Davide Scaravaggi, è stato allievo di Marco Bellocchio, ha realizzato un videoclip per il cantante Ron (?Sei volata via?) e un documentario sotto la supervisione del grande Vittorio Storaro («Gino Covili, le stagioni della vita», dedicato al pittore naïf modenese). Oggi lavora da libero professionista, preferibilmente «in squadra» con due suoi affiatatissimi partners concittadini, Stefano Sampaolo ed Ettore Sola («Siamo un grande trio - dice - perché insieme ci completiamo: io ho una formazione più tecnica, Stefano più registica ed Ettore fotografica»). Lo abbiamo raggiunto telefonicamente in Sicilia, per farci raccontare come si è trovato catapultato in questa avventura hollywoodiana. «La storia è semplice - spiega Marco con naturalezza - George Lucas si è reso conto che per realizzare l'effetto del pianeta di lava gli sarebbe costato meno filmare dal vivo un vero vulcano in attività da qualche parte del mondo che ricostruirlo con effetti speciali. Quando ha saputo del ?risveglio? dell'Etna, la sua casa di produzione Lucasfilm ha contattato lo studio milanese Too Motion, con cui collaboro da tempo: la Lucasfilm gira in HD/Cinealta e ha scelto Too Motion perché è la società che oggi in Italia sa usare questo sistema digitale coi risultati migliori». Come ti ha contattato la Too Motion? «Mi hanno chiamato il 31 ottobre e mi hanno detto che dovevo essere in Sicilia il giorno dopo. In 12 ore, tra Milano e Bologna, ho dovuto noleggiare tutto il materiale che mi serviva e poi via con l'aereo. Sono atterrato a Palermo e ho trovato Ron Fricke ad aspettarmi: una persona straordinaria, un grandissimo professionista. Siamo andati insieme sul vulcano per i primi sopralluoghi e abbiamo iniziato a girare il giorno dopo. In teoria avremmo dovuto finire mercoledì 6, ma continuiamo a trovare nuove angolazioni attraenti da riprendere». E com'è? «Non posso descriverlo, non avrei mai immaginato in vita mia di vedere
  2. Gunnm_BeAngel Jedi Knight

    Member Since:
    Mar 2, 2002
    star 1
    Yes, we read the news few days ago.
    For us in Italy is quite a mess because this may mean that George is not going to come to Italy and shoot on the Vesuvio volcano (near Neaples) which was another possible location. :(
Thread Status:
Not open for further replies.